Corsi Privati

Erfap Lazio

La mission di Erfap Lazio è quella di formare le risorse umane tramite corsi di alto livello e un’acquisizione di competenze; strumenti necessari per operare in un mercato del lavoro...

Continua

CORSI A PAGAMENTO

PATENTINO FITOSANITARI

18-04-2019 Hits:1344 CORSI A PAGAMENTO: FITOSANITARI ANTONIO BELCASTRO - avatar ANTONIO BELCASTRO

PATENTINO FITOSANITARI: ancora 4 posti disponibili per il corso di maggio

Continua
Martedì, 28 Gennaio 2020 10:37

I goal del Convegno Sudego come stile di vita

Nella storica aula magna dell’Istituto Comprensivo Regina Elena - Michelangelo Buonarroti, sito in via Puglie 6, il giorno 24 gennaio 2020 si è tenuto il Convegno finale SUDEGO "I giovani cittadini possono migliorare il futuro di tutti”. Il Convegno, nato per avvicinare il mondo della scuola alle tematiche dell’Agenda ONU 2030, ha visto la partecipazione dei docenti, di esperti in materia e degli stessi ragazzi delle scuole M. Buonarroti e A. Righi.

Il dirigente scolastico Rossella Sonnino ha dato il benvenuto ai partecipanti e ha insistito sulla necessità di “traghettare” l’economia verso obiettivi di sviluppo sostenibile per tutelare il futuro delle prossime generazioni e creare salvaguardia piuttosto che distruzione del pianeta. L’Istituto Comprensivo ha avallato lo sviluppo sostenibile con il progetto “L’isola che non c’è” dov’è previsto che via Puglie, situata tra gli edifici della scuola materna ed elementare Regina Elena e la scuola media Michelangelo Buonarroti possa divenire una piazza pedonale con spazi verdi alternati a sedute in pietra e adattabili sia al gioco scolastico che al pubblico intrattenimento. Valentina Riboldi, esponente dell’Agenzia Nazionale Erasmus Plus INDIRE, è intervenuta rammentando alla platea i cinque dei diciassette obiettivi dell’Agenda ONU 2020, oggetto del Convegno. Ha ricordato l’interesse del Programma Europeo sia nelle iniziative che supportano Agenda 2030, sia nella cooperazione con il mondo della scuola, infatti è sicura che il convegno potrà essere ricordato dai partecipanti ed in particolare dagli alunni come una proficua occasione per meglio informarsi e responsabilizzarsi.

Pietro Ragni, presidente di ERFAP Lazio, ha ricordato i cinque goal di Agenda 2030 al centro del Progetto SUDEGO: 3 - buona salute e benessere per tutti e per tutte le età, 5 - parità di genere7 - energia economica e pulita12 - consumo e produzione sostenibili; 15 - vita sulla terra. Ha sottolineato come il progetto ha coinvolto, sotto il coordinamento di ERFAP Lazio altri sei partner, due italiani, e uno ciascuno da Bulgaria, Finlandia, Nord Irlanda e Spagna, si è sviluppato durante due anni producendo un set di strumenti rivolti al docenti che poi li potranno valorizzare per presentarli agli studenti. Dalla prima conferenza sull’ambiente; il Summit della Terra tenutosi a Rio de Janeiro nel 1992 si sono fatti passi avanti, ma molte resistenze politiche e culturali persistono. L’augurio è che i contenuti del progetto da una parte suggeriscano di agire in modo consapevole e con coscienza critica, dall’altra siano diffusi nella comunità scolastica, ma anche nelle famiglie e fra gli amici.

Alberto Civica, segretario UIL Roma e Lazio, ha insistito sull’importanza di partire dalle nuove generazioni per cambiare i comportamenti deplorevoli per l’ambiente e ha posto l’accento sui temi ambientali che influenzano il mondo del lavoro. Ha portato l’esempio dell’acciaieria Ilva, che per questioni legate all’inquinamento ambientale rischia di licenziare 13.000 lavoratori più l’indotto. Il Sindacato è impegnato ad agire con interventi continuativi nel tempo, occorre cambiare la cultura dello sfruttamento delle risorse del pianeta, comprendendo che invece occorre rispettare la salvaguardia dell’ambiente per promuovere un vero sviluppo sostenibile.

Luciana Mattu, organizzatrice delle “Domeniche del Cuore” promosse dall’ONLUS “Dona la Vita con il Cuore” fondato e presieduto dal Prof. Massimo Massetti, Direttore Cardiochirurgia del Policlinico "A.Gemelli", ha raccontato i notevoli risultati ottenuti da questa iniziativa che si può considerare una buona pratica per il goal 3. L’ONLUS è riuscita ad allestire un camper itinerante con strumenti diagnostici avanzati, che consente di effettuare visite cardiologiche a chi non se lo può permettere nelle zone più periferiche di Roma. Rosanna Oliva de Conciliis, Presidente per la Rete delle parità, ha sottolineato che bisogna continuare a battersi per la parità di genere, che è ancora una parità formale e non sostanziale. L’articolo 3 della nostra Costituzione sottolinea l’uguaglianza dei cittadini senza alcuna distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione e di opinioni politiche, occorre procedere in tale direzione sensibilizzando le coscienze dei giovani cittadini. Martina Alemanno e Giulia D’Agata dell’ASviS, l’istituzione che in Italia supporta le scelte politiche nella direzione dell’implementazione di Agenda 2030 hanno posto l’accento sull’interconnessione tra le varie problematiche sollevate dall’Agenda con la vita quotidiana di ciascuno; ogni goal non è a sé stante, ma integrato nell’insieme degli obiettivi. Pertanto hanno sottolineato come il contributo individuale debba essere quotidiano e costante.

Sergio Foglietta, docente di matematica e fisica del Liceo “A. Righi”, ha brevemente ricordato il supporto della scuola al progetto SUDEGO a cui hanno collaborato con grande interesse coordinando l’impostazione didattica dei moduli formativi. Quindi ha invitato i ragazzi a presentare i loro lavori ispirati alle indicazioni dell’Agenda 2030. I ragazzi della scuola media Michelangelo Buonarroti si sono impegnati sul goal 14 - vita sott’acqua, conservare gli oceani e le risorse marine per uno sviluppo sostenibile. Gli alunni hanno sottolineato l’importanza di consumare meno plastica e di gettare i mozziconi di sigarette tra i rifiuti e non in strada. Una cicca di sigaretta impiega un paio d’anni per autodistruggersi e, convogliata dalle acque, rischia di finire nei mari. La plastica, se non riciclata, confluisce negli Oceani inquinandoli, già esiste un’estesa isola di plastica nell’Oceano Pacifico e già in molti pesci pescati si ritrovano frammenti di plastica; bisogna allora promuovere attività degne di farci accettare come “Cittadini di Mare”. I ragazzi del Liceo Scientifico Augusto Righi hanno lavorato sul goal 12 - consumo e produzione responsabili. Gli allievi si sono ripromessi di informare a tutto tondo per creare una visione critica dell’utilizzo delle risorse in un’ottica che preveda un incremento della raccolta differenziata e una diminuzione del packaging. Durante il corso dell’anno i ragazzi, fra l’altro, hanno suggerito di fornire a studenti e docenti una borraccia di alluminio con raffigurato il logo della scuola Righi, per avviare un futuro “plastic free”. Il valore aggiunto dell’incontro di venerdì 24 gennaio sui goal SUDEGO, è stato quello di porre all’attenzione della collettività l’urgenza di tutelare le risorse del nostro pianeta in un’ottica di sviluppo ambientale e sociale che non rechi danno all’umanità. Il monito è rivolto a tutti noi, giovani e meno giovani cittadini del pianeta terra, poiché senza anche il nostro personale impegno il futuro non potrà essere migliore.


Erfap Lazio

Ente Regionale per la Formazione e l'Addestramento Professionale

VIA ANGELO BARGONI 8/ 78 SCALA E int. 3,  Roma RM 00153 (zona Trastevere) - Tel: 06.58335028 - Fax: 06.5809624 - Email: erfaplazio@erfaplazio.org

 

Carta della Qualità dell'Offerta formativa

 

Top